Ri-ciclo, ri-utilizzo, ri-uso: doniamo una seconda vita a vele nautiche dismesse

Dalla vela alla borsa con creatività: pezzi unici come unica è ogni vela.
Dal 1959 velai per tradizione

L’idea di trasformare delle vele in borse e accessori oltre che ad un valore estetico serve a far continuare quella magia che noi chiamiamo avventura.

Kevlove una borsa in ogni porto: pura energia del lago di Garda!

il sogno di una donna e del suo sentire la vita: come si sente la vela, il vento e l’acqua.

Dall’estro creativo di Elena Filippini nasce KEVLOVE, una linea originale di borse, borsoni, accessori e complementi d’arredo, che trova le origini nella veleria del padre nata da molta passione tanti anni fa sulle sponde del Lago di Garda. La Veleria Velnova nasce nel 1959 quando un giovane di nome Gino Filippini ha l’idea e la forza di inventarsi un lavoro. Nessuno gli insegna come fare il velaio.

Tutto ha inizio con la messa in opera di alcune – semplici – doti naturali, un cocktail di creatività, intuizione e perspicacia, animata dalla forza propulsiva di realizzare un sogno. Una simile forza sostiene oggi Elena, la più giovane delle tre figlie di Gino, nel suo progetto capace di riunire il suo sentire la vita appreso tra le vele, il vento e l’acqua e le sue idee rivoluzionarie sul come far proprio quel mondo.

KEVLOVE diventa una strada sulla quale sperimentarsi in un nuovo luogo senza dimenticare il sentiero tracciato da chi è venuto prima. Sono gli occhi di una giovane trentenne a darci una visione assolutamente nuova, ma allo stesso tempo dal sapore di storia.
Tessuti come Kevlar, dacron, nylon, carbonio… grilli e ganci impreziositi dalla creatività di Elena diventano una nuova grammatica di emozioni attraverso cui comunicare un atavico ma sempre rinnovato amore per la vela. Materiali futuristici miscelati con il tocco femminile avvolgente della designer danno vita ad un nuovo osservatorio sul mondo - vela - trasformandosi ora in sfiziose borsette, ora in cinture, in borsoni o complementi d’arredo da vivere addosso. Il nome stesso, nato una sera da una chiacchierata con un’amica pubblicitaria, ha il potere di evocare tecnicismo e amore, razionalità e rotondità.

KEV sta per kevlar (tessuto); LOVE sta per l’amore e la passione da cui è nato il progetto.
Il tutto, sia nel nome che nel simbolo, si fonde come un abbraccio tra il passato e il futuro con il nome e il marchio di famiglia.

Elena Filippini
 
Lo staff di Kevlove
Elena Filippini e Gino Filippini

Perchè scegliere un pezzo KevLove?


Il valore di un prodotto Kevlove non sta solo nella sua indiscutibile grande qualità, e nemmeno solo nel suo essere unico ed irripetibile.

Possiamo dire che il valore di un prodotto Kevlove ha molteplici sfaccettature; in primis non si può scindere dal passato di famiglia.
Discendere da una tradizione velaia più che sessantennale, fa in modo che i caratteristici tessuti nautici, i filati e gli accessori ad essi annessi non abbiano per noi segreti. Ecco perché possiamo garantire l’inimitabilità: difficilmente chi si lancia nel mondo della produzione di  borse in vela può vantare la nostra lunga esperienza.

I filati, le borchie, i macchinari che vengono utilizzati sono tutti quelli che venivano usati dalla Veleria “Velnova” di Gino Filippini, il nostro papà, che ci ha tramandato le sue antiche conoscenze e che con noi si è lanciato in questa nuova avventura dimostrando grande competenza e lungimiranza. 


Un aspetto che sempre ci ha accompagnato ma che solo da pochi anni riceve risonanza e considerazione corposa da parte del pubblico è l’aspetto del riciclo, riutilizzo e riuso come azioni di cura e attenzione nei confronti della Terra.

Le nostre borse sono da sempre tutte prodotte con materiale che diversamente dovrebbe essere smaltito in centri specializzati. 
Noi raccogliamo le vele che non vengono più utilizzate per svariati motivi: le laviamo, le controlliamo e le trasformiamo donando loro nuova vita.

Ma il nostro lavoro di ricerca dei tessuti non si risolve così in fretta, le vele usate per poter essere trasformate in borse devono essere risanate e spesso rinforzate con tessuti forti e nuovi. E allora? Cosa si fa? Qui si perde forse la parte di riciclo? Niente paura, abbiamo l’asso nella manica.

Avendo da sempre una veleria in famiglia, sappiamo bene che per creare una vela nuova si scarta tanto tessuto: oggi dalla Veleria “Velnova Fly” di Silvia Filippini raccogliamo tutte queste pezze di “avanzo” fisiologico e le riutilizziamo per la creazione dei nostri fantastici prodotti.


Sempre per esperienza diretta, sappiamo anche che esistono tessuti “fine-pezza” che non sono sufficienti per creare una vela e sarebbero destinati allo smaltimento pur essendo in ottimo stato: anche questi ultimi si aggiungono alla nostra rosa di materiale di riutilizzo.


Aggiungiamo a tutto questo tanta creatività, tempo, pazienza e mani artigiane che sanno cosa fare e così produciamo borse, borsoni, accessori e complementi di arredo di alta qualità, che fanno moda pur non provenendo dal classico mondo della moda.

Si può essere fashion facendo acquisti consapevoli, nel pieno rispetto della natura.

Registrare

Nuovo Registro conti

Hai già un account?
Entra invece O Resetta la password